Progetto Italia Germania 2012 – 2013

 Conferenza

Centro Congressi –  Mostra d’Oltremare  Viale Kennedy, 54

Napoli, 12-13 novembre 2012

Lavorare insieme per l’occupazione dei giovani. Apprendistato e sistemi di formazione duale

Si è svolto a Napoli il 12 e 13 novembre 2012 a Napoli l’evento di lancio del programma comune di lavoro tra Italia e Germania per favorire l’occupazione dei giovani, alla presenza del Commissario Europeo al Lavoro e agli Affari Sociali Lazlo Andor, dei due  Ministri del Lavoro, italiano e tedesco, del Ministro dell’Istruzione italiano e, con delega del Ministro tedesco, del Direttore Generale per la Cooperazione Internazionale ed  Europea del Ministero Federale dell’Educazione e della Ricerca Tedesco.

La Conferenza ha avviato infatti in modo concreto l’agenda di lavoro comune tra i due Paesi attraverso la firma di Protocolli d’intesa che sanciscono ufficialmente la volontà di un impegno reciproco tra i due Paesi.

Un primo Protocollo d’intesa è stato sottoscritto dai rappresentanti dei Ministeri del Lavoro italiano e tedesco e dei Ministeri dell’Istruzione italiano e tedesco: l’accordo bilaterale, che utilizza soprattutto fondi europei, riguarda scambi e collaborazioni che coinvolgono i ragazzi, gli studenti, gli insegnanti, le scuole e gli istituti professionali.

Un secondo Protocollo riguarda le Camere di Commercio italiane e tedesche, in quanto rappresentanti del mondo imprenditoriale e attori fondamentali nel processo di dei percorsi di formazione duale e in apprendistato.

Pur coinvolgendo i livelli istituzionali a livello di Ministeri, Camere di Commercio e Assessorati, la Conferenza ha riunito anche i soggetti che, a vario titolo, sono attori e destinatari delle politiche del lavoro e della formazione professionale, e ha dato oggi e darà domani voce, nelle varie sessioni in cui si articolano i lavori, anche ai rappresentanti di imprese, scuole, centri di formazione e giovani.

L’evento ha rappresentato dunque un primo momento di scambio e confronto tra le esperienze dei due Paesi nell’ambito della formazione e del lavoro, nonché di dibattito sulle prospettive future di queste prassi.

In particolare, nel corso della giornata del 12 novembre, il cui focus è stato sulle opportunità di lavoro per i giovani, accanto alle istituzioni sono state parte attiva le imprese e i giovani stessi. La seconda sessione è stata infatti dedicata ad una tavola rotonda che ha visto riunite le istituzioni, nelle persone dei due Ministri del Lavoro italiano e  tedesco, e le imprese, anche qui italiane e tedesche, con lo scopo di dar vita a un dibattito da cui emergano esempi di buone pratiche e insieme possibili linee di scambio e cooperazione per il futuro. La terza sessione è stata invece animata dalla partecipazione attiva di alcuni giovani italiani e tedeschi che, in qualità di , hanno parlato delle loro esperienze di tirocinio in impresa  all’estero. La giornata si è conclusa con la sottoscrizione dei due citati Protocolli d’intesa.

La giornata del 13 novembre, incentrata sul tema dell’apprendistato e della formazione duale, presenta nella mattinata gli interventi delle istituzioni e del mondo dell’istruzione e formazione professionale, con l’obiettivo di mettere in risalto il ruolo del  sistema formativo nel creare ponti con il mondo delle imprese. Nel pomeriggio,  uno spazio importante è dedicato alle esperienze concrete di scuole e imprese, che saranno protagonisti di due workshop tematici paralleli, dedicati uno alla meccanica e meccatronica – filiera che coniuga tradizione e innovazione  – l’altro al turismo, moda, agraria e artigianato – filiera che mobilita talenti  di eccellenza nella manualità e creatività. E’ infine previsto uno spazio anche per attori che svolgono micro-attività sociali sul territorio, anche attraverso percorsi di formazione e/o inserimento lavorativo per i giovani.

In sala attigua a quella della conferenza, negli stessi due giorni sono previsti quattro incontri organizzati dall’Agenzia Federale del Lavoro tedesca per spiegare a giovani italiani interessati come si vive e si lavora in Germania.