NECTAR – L’ITS BACT NEL PROGETTO EUROPEO PILOTA SULLA NUTRIZIONE

Il team di progetto internazionale ha evidenziato una mancata corrispondenza tra le competenze possedute dai cuochi che lavorano per le mense ospedaliere e le residenze per anziani, e quelle richieste dalle istituzioni sanitari

NECTAR – aN Eu Curriculum for chef gasTro-engineering in primAry food care è un progetto di tre anni, co-finanziato nell’ambito del programma Erasmus+ azione chiave 2, finalizzato alla cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche (Settore Skills Alliances). Il progetto è coordinato dall‘Università belga “Odisee University of Applied Sciences”.

Il partenariato internazionale è composto da:

  • Si4life, Italia
  • Ipssar Marco Polo, Italia
  • Regione Liguria, Italia
  • Santa Casa da Misericordia de Albufeira, Portogallo
  • University of Algarve, Portogallo
  • WIAB, Austria
  • University of Graz,Austria
  • Styrian Chamber of Commerce, Austria
  • Regione Campania, Italia
  • Eip On Aha Reference Sites Collaborative Network, Belgio
  • ITS BACT, Italia

La comunità scientifica internazionale ha identificato nella nutrizione la chiave per invecchiare in salute. In questo contesto si sottolinea la necessità di una health workforce competente e pubblica, che al momento manca.

Il team di NECTAR ha evidenziato un mismatch tra le competente attualmente possedute dai cuochi che lavorano per le mense ospedaliere e le residenze per anziani, e quelle effettivamente richieste dalle istituzioni sanitarie.

Pertanto il progetto mira alla creazione di un intervento formativo per l’attivazione di un nuovo profilo europeo (EQF5), lo Chef Gastro Engineering, una figura professionale europea con competenze in:

  • Food Management and Kitchens Coordination;
  • Customizzazione delle ricette in base alle disabilità/patologie dell’utente finale;
  • Competenze tecniche per utilizzare ICT tools per il monitoraggio e la personalizzazione dei menù da remoto.

Il progetto prevede l’implementazione di questo nuovo curricula e verrà testato in 5 pilots courses in Belgio, Portogallo, Austria e Italia (Liguria e Campania). I corsi di formazione pilota avranno un numero di studenti che varierà dai 20-60 partecipanti e un monte ore pari a 750-1000.

La Regione Campania partecipa a questo progetto insieme alla Fondazione ITS BACT che, grazie alle sue competenze in ambito nutrizionale (protocollo NHACCP – per misurare l’impatto degli alimenti sulla salute), e all’esperienza nell’erogazione di corsi d’Istruzione Tecnica Superiore per la figura di Tecnico Superiore per la Gastronomia Mediterranea, sarà responsabile dell’implementazione del corso pilota in Campania.